Simone Rugiati
6

[Caro Simone] La oa ola o la annuccia

Simone Rugiati
Simone Rugiati

Caro Simo,

come stai?

Malino immagino, t’hanno censurato lo spot qualche giorno fa.

Mi dispiace per te ma io te l’avevo detto subito. Come ti è saltato in mente di fare la pubblicità della Coca Cola? Io ancora non me lo spiego (e nemmeno tu sei riuscito a spiegarmelo a dire il vero…).

La oa ola o la annuccia, la oa ola o la annuccia, la oa ola o la annuccia, la oa ola o la annuccia.

Sei toscano e te l’avranno ripetuto mille volte negli ultimi vent’anni. E’ questo il motivo? A forza di ripetere “oa ola” a tutti per farli sorridere col tuo accento toscano hai voluto fare lo spot? No perchè io non trovo altre ragioni.

Simo ti devi sposare? Hai bisogno di soldi? Non mi pare. Non so, dimmi. Perchè tu sai benissimo che la Coca Cola fa schifo soprattutto con un piatto di pasta! Ma chi cavolo mangia una pasta con la Coca Cola!!!

A “Cuochi e fiamme” non fai altro che ripetere di mangiare a km zero, di non comprare piatti surgelati già pronti e poi ti vendi alla bibita più sputtanata del mondo?

E’ inutile che poi nello spot integrale raccomandi di grattare il pepe al momento! Tanto poi col sapore dolce della oa ola non si sente più nulla!

Io che ti devo dire? Nulla. Tanto ti hanno preso in giro già tutti.

Io ti dico solo “Bevi la spuma bionda” come diceva quel video fantastico dei tuoi conterranei pisani che prendeva in giro la oa ola.

Ci si vede a Natale in piazza delle Vettovaglie a Pisa con un bel bicchiere di spuma.

Bacio Simo

QSV

6 thoughts on “[Caro Simone] La oa ola o la annuccia

  1. Mi sono divertito a leggere questo tuo post. In effetti trovo che la “coerenza” sia una lacuna piuttosto evidente in alcuni chef di livello. Mi ricordo Gualtiero Marchesi che firmava i panini del McDonald. Simone è solo uno della lista ahime. Il problema non è, come ben scrivi, pubblicizzare la Cocacola o no: il problema è evitare di inventarsi ambasciatore del mangiar bene e poi invece di promuovere gli artigiani mi sponsorizzi la multinazionale della bibita. Che tutta questa genuinità non è, aggiungo. Saluti, bel pezzo sono d’accordo su tutta la linea.

  2. Ma che spettacolo di pagina, che ridere….che divertente!
    C’è forse qualcosa di meglio che divertirsi all’improvviso, così…tutto d’un botto??

    Bello, bello, il nome di questo blog era troppo singolare, doveva per forza esserci qualcosa di speciale dietro!

    Saluti liguri

    Fabiana

Rispondi