Benedetta Parodi vs Simone Rugiati
11

Il dado è tratto. Simone Rugiati vince su Benedetta Parodi

Il dado è tratto. Rugiati vince sulla Parodi
Il dado è tratto. Rugiati vince sulla Parodi

La tv è piena di cucina.

Ora anche le tv locali friggono.

Sono stata a casa malata per un paio di giorni non ho fatto altro che trovare fornelli nei palinsesti, a tutte l’ore.

Della tv in chiaro italiana, escludendo il classico “La prova del cuoco” di Antonella Clerici sul quale non riuscirei ad esprimere un giudizio, mi soffermo su “La7” che  ha due programmi food “I menù di Benedetta Parodi” e “Cuochi e fiamme” di Simone Rugiati (La scorsa stagione c’era anche la signora Mentana che conduceva “Storie di grandi chef”: escludendo la conduzione di Michela Rocco di Torrepadula, secondo me il programma era molto interessante).

Fra Parodi e Rugiati io scelgo Rugiati per questi motivi:

  1. Tecnicamente il programma “Cuochi e fiamme” di Rugiati è un game show e quindi il sano vecchio scontro va sempre bene in televisione. Da’ al programma un po’ di brio e competizione;
  2. E’ un programma più corale, con più voci e per questo è – a mio avviso – più interessante;
  3. Simone Rugiati è uno chef;
  4. Simone Rugiati spiega molto bene le tecniche di base, tagli, cotture e abbinamenti stando molto attento alla stagionalità dei prodotti e alla qualità;
  5. La critica gastronomica Fiammetta Fadda conosce bene ogni tipo di alimento e combinazione alimentare. Un po’ snob? Secondo me no. E’ un pozzo di scienza e mi piace sentire il suo punto di vista;
  6. Riccardo Rossi mi fa ridere;
  7. E’ un programma didattico e dimostra che si può unire intrattenimento e buona informazione. Le informazioni sono sia tecniche, sulle basi della cucina (come fare un buon risotto, cuocere bene la pasta, mantecarla, fare un buon brodo etc ) che economiche.

Questo post è nel cassetto da due settimane, l’ho letto e riletto per un po’. Poi la Parodi è tornata in campo di gran carriera insieme a Cracco per parlare delle loro visioni della cucina e del cibo http://www.dissapore.com/primo-piano/fabio-fazio-ruba-il-flame-carlo-cracco-vs-benedetta-parodi-ai-foodblog/

Se non avete sentito l’intervista… boh… potete anche non farlo.

Mi dispiace ma io non crederò mai all’elogio della pasta sfoglia o del dado della Parodi.

Mai.

Preferisco Rugiati, mille volte, che mi spiega come fare al meglio uno spaghetto aglio, olio e peperoncino. Quella è tv utile e sana.

Qualcuno dice che la crisi economica deve essere un’opportunità per ripartire da altre “basi”.

Io non voglio ripartire da un dado liofilizzato.

11 thoughts on “Il dado è tratto. Simone Rugiati vince su Benedetta Parodi

  1. Ho iniziato a vedere l’intervista Cracco-Parodi, ma sinceramente in quanto a simpatia nessuno dei due mi fa impazzire!Condivido in pieno quello che hai scritto, a me piace tantissimo Fiammetta Fadda, non è snob è solo che non siamo più abituati a vedere certi tipi di persone in televisione.

  2. L’altro giorno ho imparato, ad esempio, che se pieghi gli asparagi si spezzano “automaticamente” nel punto di divisione fra la parte dura e quella più morbida. Son cose 🙂

  3. Son d’accordissimo con te e ho visto l’intervista oggi, e sebbene Cracco mi stia discretamente antipatico e Rugiadi anche (meno di Carlo però) condivido in pieno quel che dice nell’intervista.
    Il motivo del successo della Parodi è proprio quello, credo, di aver portato in cucina anche quelli che consumano solo precotti.

    Qualcuno dice che la crisi economica deve essere un’opportunità per ripartire da altre “basi”.

    Io non voglio ripartire da un dado liofilizzato.

    La tua frase di chiusura è da incorniciare sulla porta della cucina. 🙂

  4. Riguardo ai due presentatori e ai due programmi la pensiamo allo stesso modo. E non riesco a credere che si possa difendere la “cucina” della Parodi dicendo che “1 fa risparmiare tempo e 2 è conveniente”. Quanto tempo ci si mette per preparare una pasta alla carbonara? Vogliamo parlare dei prezzi? Confrontate i prezzi al kg e non al pezzo. Un kg di dado costa dai 6 euro in su, un kg di verdure per il brodo non costerà nemmeno la metà ed è più sano, potete regolarne la sapidità e sapete cosa c’è dentro.

  5. Sai che condivido in pieno il tuo giudizio su Cuochi e Fiamme in un’ora s’imparano molte cose e ci si diverte,è un programma che mi piace molto!

  6. Beh hai ragione i due programmi sono davvero diversi e ‘Cuochi e fiamme’ come game è davvero simpatico e soprattutto sono tante le idee che vengono dai piatti proposti.
    Io adoro Fiammetta. Credo che Rossi sia fuori luogo e piovuto lì per caso ma strappa qualche risata che non fa mai male. Seguo Chiara da un po’…
    Benedetta Parodi propone ricette semplici, quasi banali per chi davvero non sa proprio cosa sono i fornelli, quindi credo che anche lei abbia la sua utilità 🙂
    Non nego che comunque seguo entrambi i programmi, mi fanno compagnia quando a casa sono sola e la tv fa da sottofondo 🙂
    Un caro saluto
    Mopo

  7. La Parodi è un’orecchiante che fa quel che le dicono di fare e neppure troppo bene.
    Anche lei avrà avuto quella collocazione per meriti parentali…..

  8. Io nn sono d accordo.simone rugiati da quando ha fatto pechino express mi sta sul …. Fiammetta è una snob che si vanta perche sa tutto. Chiara maci che si mette il dito sotto il naso ogni boccone che mangia qualcosa è abbastanza simpatica apparte il tic. La cosa piu bella è riccardo è simpaticissimo

Rispondi