Pepatelli
0

Nella vita ci vuole un pepatello

Pepatelli
Pepatelli

E’ che i pepatelli sono come gli abruzzesi.

Duri di testa, con un carattere pepato ma dolci all’interno. Quando ne conosci (mangi) uno, ne vuoi subito un altro. E poi i pepatelli, per apprezzarne il gusto, devi terneli un po’ in bocca per ammorbidirli o in alternativa devi avere denti buoni per sgranocchiarli.

Sono dei biscotti che io adoro, come adoro gli abruzzesi.

I pepatelli sono dei biscotti di Natale molto semplici da preparare. Si conservano a lungo e sono perfetti da mangiare anche dopo i pranzi sontuosi delle feste perchè in fondo uno dice …. “Mi mangio un biscottino, è piccolo, che sarà mai”. Poi ci prendi gusto a sgranocchiarli e alla fine ne hai mangiati 15!

Se, tipo, la sera di Natale stai giocando a carte, hai un bicchierino di grappa vicino per digerire e un vassoio di pepatelli e stai perdendo… ti accanisci con i biscotti e scarichi la tensione mangiandone uno dietro l’altro. Una tragedia!

Prima però i biscotti bisogna farli. Ecco la ricetta (oppure passate da me e ve li offro io)
– 500 gr di farina integrale
– 500 ml di miele millefiori liquido
– 250 gr di mandorle con la buccia
– 2 arance
– pepe nero

Mentre si gratta la buccia delle due arance si fa scaldare il miele in modo da farlo diventare ancora più liquido. Io lo scaldo al micronde per 30 secondi oppure si fa scaldare a bagnomaria. Si dispone a fontana la farina integrale e si uniscono la buccia delle arance e le mandorle intere.

Poi si mette il pepe e qui vi beccate una mia riflessione.

E’ fuori discussione l’uso del pepe che si vende già in polvere.
Il pepe deve essere fresco, macinato al momento. Il sapore di pepe in polvere è completamente diverso da quello appena macinato, ha un retrogusto di stantio.

E visto che il sapore di questi biscotti gira attorno al pepe, vedete un po’ voi.
E non provate a fare i pepatelli con il pepe in polvere perchè a casa avete quello oggi. Comprate il pepe vero domani o, piuttosto,  fate un’altra ricetta.

A questo punto potete mettere il pepe nella farina. Non ho messo le dosi perchè la quantità varia in base al gusto. Io utilizzo un cucchiaio raso di pepe macinato.

Ora – nel misto di farina, mandorle e arance – potete aggiungere poco alla volta il miele liquido e iniziare ad impastare finchè il composto non diventa omogeneo.

Mentre il forno si preriscalda a 180 gradi, formate 3 filoni di impasto largo 5 cm, alto 2 cm e lungo circa 30 cm e metteteli su una teglia coperta con la carta da forno.
I pepatelli saranno pronti appena diventano dorati in superficie (circa 25 minuti).

Poi si tolgono dal forno e si tagliano con un coltello ben affilato ancora caldi a pezzi di circa mezzo centimetro. Attenzione alla mani! Scottano, prendete una presina o un canovaccio! Poi si rimettono in forno spento ma ancora caldo e si lasciano riposare per almeno 15 minuti. Sono pronti per essere mangiati… but….

Keep calm and pay attention to your teeth

Rispondi